ScrollRistorante


Solo con la tradizione
è possibile reinventare.

Nel menù si trovano piatti che si rifanno alla tradizione gastronomica italiana rielaborati in chiave moderna e proposte più attuali con ingredienti e abbinamenti originali.
L’offerta è stagionale e cambia 4 volte l’anno con alternative di carne, pesce e vegetariane con ingredienti sempre freschi e selezionati.

La brigata di cucina è stata affidata dallo chef Carlo Cracco al giovane chef napoletano Luca Pedata, classe ’89, che dà la sua personale impronta alla proposta culinaria del ristorante, insieme al sous-chef e pasticcere Andrea Mattiello e al resto dell’affiatata squadra, che da anni collabora con l’obiettivo di un progetto nuovo ed entusiasmante. Da qui, nasce oggi Carlo al Naviglio.

Carlo al Naviglio è aperto sia a pranzo che a cena dal lunedì alla domenica.
Per i gruppi numerosi è richiesto un menù fisso.

Cioccolato e lamponi
Spaghetto alle vongole fujute
Cocktail di gamberi 80-21
Mandorle, uva fragola, mascarpone
Raviolo con genovese di faraona

Il servizio di sala, guidato da Enrico Ottaviano, è giovane e informale e cura ogni dettaglio per far vivere agli ospiti un’esperienza coinvolgente in un’atmosfera teatrale ed affascinante.

Per eventi esclusivi è possibile riservare sale private, capaci di ospitare piccoli e grandi gruppi.
Su richiesta, in queste sale, la mise en place è interamente personalizzabile.